Per il Comune di Varese abbiamo realizzato il progetto artistico e tecnologico che ha caratterizzato le Festività Natalizie nel Capoluogo Lombardo: il Giardino delle Meraviglie.

A seguito di un attento studio della morfologia, dimensioni, valore storico e architettonico del Palazzo e dei Giardini Estensi abbiamo proposto di valorizzare il patrimonio con un allestimento scenografico emozionale, delicato e rispettoso.

La facciata interna di Palazzo Estense è stata trasformata, attraverso al videomapping, in un’opera d’arte tridimensionale. Grazie alla tecnologia, 6 videoproiettori sincronizzati puntati sulla facciata del Palazzo hanno creato un “maxischermo” di oltre 90 metri, che ha offerto uno spettacolo coinvolgente per grandi e bambini. La proiezione, dopo un iniziale countdown, la scomparsa del Palazzo per poi essere ricreato con effetti di luci, si popolava di ghirlande, luminarie, palline di Natale, paesaggi incantati, pacchi regalo, elfi, Schiaccianoci, renne, slitte, Babbi Natale molte altre figure del repertorio natalizio.

Queste figure si fondevano ed interagivano perfettamente con le geometrie del Palazzo, sbucando dalle finestre, viaggiando sulle pareti e saltando sulle cornici, creando un effetto visivo mozzafiato. La colonna sonora contribuiva a creare un’esperienza multisensoriale indimenticabile.

Al video emozionale seguiva un’allegra sequenza di animazioni 2D e 3D sempre a tema natalizio per continuare a colorare ed animare il Palazzo ininterrottamente dalle 17 alle 22 nel periodo dal 8 dicembre al 7 gennaio.

Non secondaria era l’illuminazione scenografica dei Giardini e del parco dove sono state installate delle luci rosse per valorizzare le geometrie dei giardini e del ninfeo mentre luci fredde sul carpineto e il parco creavano un effetto scenografico di profondità.

Protagonista indiscussa dei Giardini era la sfera trasparente di 8 metri di diametro che voleva richiamare una snowball dove grandi e piccini, gruppi famigliari o di amici, entrando, potevano posare davanti ad un set fotografico per scattare una foto animata a 180°, una gif, che ricevevano immediatamente via mail.

A supporto e per valorizzare il potenziale del bullet-time, tecnica fotografica che utilizza numerose fotocamere sincronizzate per cogliere il movimento del soggetto, erano messi a disposizione dei visitatori pacchi regalo, cerchietti cappellini natalizi e palle di neve per personalizzare a proprio piacimento il loro scatto animato natalizio.